Cosa possono insegnarci le Olimpiadi?

by Aimi Gundersen

Concessionari e Olimpiadi: si vince o si perde?

Nelle scorse settimane sono stata completamente colpita dalla “febbre olimpica”. Dalle cerimonie di apertura in poi, ogni notte ero ossessionata dalle gare, dalla competitività e dall’emozione che accompagnavano ogni singolo evento.

Chi avrebbe mai immaginato che avrei guardato il badminton e che effettivamente mi sarebbe piaciuto?

Di certo non io.

Cercando ci capire il motivo per cui sono stato “rapita” da tutti questi eventi, ho iniziato a pensare alle somiglianze tra le emozioni generate dalle Olimpiadi e quelle che riguardano una concessionaria. Sì, ho confrontato la VOSTRA concessionaria con gli eventi olimpici.

 

Qui ci sono tre esempi che spiegano perché la vendita di auto potrebbe essere simile alla preparazione per un evento olimpico:

Conoscete la vostra concorrenza

RIO DE JANEIRO, BRAZIL - AUGUST 09: Michael Phelps (L) of the United States leads Chad le Clos of South Africa in the Men's 200m Butterfly Final on Day 4 of the Rio 2016 Olympic Games at the Olympic Aquatics Stadium on August 9, 2016 in Rio de Janeiro, Brazil. (Photo by Adam Pretty/Getty Images) ORG XMIT: 610210337 ORIG FILE ID: 587854204

Pensate che Phelps sia arrivato alla gara senza conoscere le statistiche di Chad le Clos?

Gran parte della preparazione per qualsiasi gara consiste nello studiare gli avversari, conoscendo le loro capacità, i punti di forza e di debolezza. Phelps è arrivato a queste Olimpiadi sapendo chi doveva battere, e sapendo come “lavorare” bene.

Voi conoscete la vostra concorrenza? Contro chi state “combattendo” per ottenere lead, vendite e service?

Fate la vostra ricerca. Prendetevi il tempo per guardare il loro sito web, controllare le loro offerte, chiamare la concessionaria concorrente e sentire il livello di servizio che viene fornito. Se voi non siete come loro, o meglio, è necessario che intensifichiate il vostro gioco!

Investite tempo e sforzi

Simone

Quella di Simone Biles è una storia che abbiamo seguito tutti. La sua bravura non è solo innata. Lei, come atleta, passa molte ore in palestra e ha fatto sacrifici enormi per raggiungere i propri obiettivi.

Quanto tempo impiegate, voi, per perfezionare il vostro lavoro? Le vendite e il service possono avere alcune qualità innate (le competenze del vostro team, la capacità di conversare), ma ci sono competenze che necessitano di essere perfezionate. Non solo per essere bravi nel vostro lavoro, ma per battere la concorrenza.

Conoscete il vostro CRM dentro e fuori. Quando riuscirete a gestire le relazioni con i clienti e la messaggistica, potrete essere dei campioni nell’arte di comunicare.

Fate qualche ricerca sui venditori più efficaci che conoscete. Le loro abilità non migliorano durante la notte, per caso. Ci sono centinaia di video, corsi e libri che insegnano le competenze necessarie per portare il vostro gioco e la vostra carriera al livello successivo.

L’età non conta

4x200 Swim

Quante concessionarie amano il proprio “modo di lavorare” e non vogliono cambiare? Solo perché siete in attività da anni non significa che siate i più forti. Comunque potete migliorare e addirittura uscirne vincitori.

Michael Phelps e Ryan Lockard sono due dei nuotatori olimpici più “anziani”, e Michael Phelps è stato addirittura il più “anziano” a vincere una medaglia d’oro. Pensate che abbia cambiato il suo modo di allenarsi con il passare degli anni?

Potete scommetterci.

Avete bisogno di cambiare continuamente anche voi. Le concessionarie tendono a “riposare sugli allori”, a fare quello che hanno sempre fatto, senza evolversi mai veramente. Finché i soldi arrivano, c’è in effetti poca voglia di cambiare.

Ma le abitudini di acquisto stanno cambiando, e i clienti si aspettano sempre di più.

Dovete quindi essere disposti a cambiare il vostro stile di vendita, ad aggiornarlo, per soddisfare i vostri clienti ovunque essi siano. Tutto ruota intorno ad un punto: trattare i vostri clienti meglio di come li tratta la vostra concorrenza.

  • Mandate messaggi con le informazioni utili, invece di una e-mail, o chiamate.
  • Inviate al cliente un video della sua auto mentre questa è nella vostra officina, in riparazione.
  • Siate il più trasparenti possibile, per guadagnare fiducia.

 

In sintesi:

Siete ancora legati allo stile “vecchia scuola”?

State imparando qualcosa di nuovo ogni giorno?

Quando è stata l’ultima volta in cui avete studiato i vostri concorrenti? Ricordatevi che dovete conoscerli alla perfezione.

 

http://www.dealerrefresh.com/go-gold-three-takeaways-olympics/

Be Sociable, Share!

    Speak Your Mind


    *

    *